Zanetti a FcIN: "Nel '95 la mia vita è cambiata, non ho scordato i bambini della mia terra. Campus, DNA Inter"

di Redazione FcInterNews.it
articolo letto 4211 volte
Foto

Durante la serata pre-natalizia organizzata ieri sera da Fundacion Pupi, Javier Zanetti, vice president dell'Inter, ha parlato dei progetti sociali ai microfoni di FcInterNews.it, partendo proprio dai primi 16 anni della sua Fondazione: "Ci sono sempre più persone, siamo una grande famiglia. In questi anni sono accadute situazioni belle che ci fanno piacere, significa che il messaggio trasmesso nel 2001 è servito e che questi ragazzi sono consapevoli dell'esistenza di una strada positiva"

Quanto è servita l'esperienza di Fundacion Pupi in Inter Community?
"Tantissimo, perché mi piace moltissimo il sociale e poterlo fare nella mia società dà un ulteriore valore. Fa parte del DNA dell'Inter, voglio coinvolgere le persone che lavorano nel club, dai giocatori ai dipendenti. Abbiamo già fatto molte iniziative, siamo felici perché stiamo aiutando tante persone".

In quale momento della tua carriera hai capito di poter essere un modello per i bambini con un'infanzia povera?
"Ce ne siamo resi conto quando siamo arrivati qui, nel '95. L'idea c'era prima, ma trovarci a Milano e avere questa carriera da calciatore non mi ha fatto scordare la mia terra. Sapevo di vivere un momento importante per me ma nel mio Paese c'erano tanti bambini che soffrivano. Allora tramite Paula e i miei amici abbiamo realizzato questa Fondazione e sono 16 anni che aiutiamo queste persone".

In chiusura, qualcosa fatta per Inter Community di cui vai particolarmente orgoglioso.
"Siamo orgogliosi della prima iniziativa presso gli ospedali oncologici dove ho portato un giocatore della prima squadra, uno della Primavera, una della squadra femminile, dipendenti, sponsor, in questo caso Pirelli. Poi siamo stati al carcere Beccaria per un'altra iniziativa e la cosa più bella oggi è che tutti vogliono far parte di questo progetto. Ed è un valore che mi piace sottolineare, perché è nel DNA di questa società. Inter Campus a livello internazionale, Inter Community per la comunità di Milano: siamo felici di poterlo fare".

Mattia Todisco


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI