Candreva: "L'Inter un salto di qualità, Suning vuol vincere tutto. Mbappé..."

di Mattia Todisco
articolo letto 17688 volte
Foto

"Per me ha rappresentato un salto di qualità in carriera. Alla Lazio ho passato anni fantastici e i tifosi mi hanno fatto sentire importante, li ringrazierò sempre, ma anche all'Inter società, compagni e tutto l'ambiente mi hanno accolto alla grande fin dal primo giorno". Sono le parole di Antonio Candreva in un'anticipazione dell'intervista rilasciata dall'esterno nerazzurro a Sport Week, in uscita sabato prossimo. "E' un onore essere chiamati da una delle squadre più importanti d'Europa. Ed è importante che sia stato un italiano il primo giocatore scelto per far parte di un progetto che punta a vincere tutto: campionato, Coppa Italia e Champions".

Candreva ha palato anche dei suoi idoli da bambino ("Non ho mai avuto poster in camera, però mi è sempre piaciuto il giocatore di qualità, quello che fa meno gol ma più assist, giocate, accelerate e per questo ammiravo Zidane​"), degli avversari affrontati in carriera ("Ho giocato contro il Brasile nel 2013 e mi ha impressionato Neymar, che mi ha messo in grande difficoltà") e dei campioni del futuro. "Se dovessi investire su un giovane direi Mbappé​ del Monaco, 18 anni. Un fenomeno nelle partite di Champions contro il Manchester City".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI