Gabigol: "All'Inter nemmeno 5 partite di fila per vedere se fossi pronto. Al Santos sono felice"

di Mattia Zangari
articolo letto 16151 volte
Foto

"L'espressione 'nuovo inizio' non è quella giusta, penso si tratti di essere di nuovo felice, di poter giocare. Questa è la cosa importante per ogni giocatore, non avevo tutto questo dove ero prima: venivo sempre messo da parte". Ai microfoni di Premium Sport, Gabriel Barbosa racconta il suo ritorno alla felicità dopo il suo passaggio al Santos resosi necessario a seguito delle due esperienze fallimentari all'Inter prima e al Benfica poi. 
E proprio parlando dell'avventura anonima in nerazzurro, l'attaccante brasiliano si toglie più di un sassolino dalla scarpa: "Quando sono arrivato all'Inter - ha spiegato - l'allenatore mi ha parlato, ma in poco tempo ci sono stati tanti cambi tecnici. Il club non stava attraversando un buon periodo, preferivano giocatori con più esperienza e io lo capivo. Non mi hanno lasciato giocare, non mi hanno dato nemmeno cinque partite di fila per vedere se fossi veramente pronto. Non ho avuto quella continuità, e questa cosa mi ha reso triste perché non potevo fare ciò che amo di più: giocare a calcio". 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI