Corsa Champions, ecco cosa succede in caso di arrivo a pari punti di Inter, Roma e Lazio

di Stefano Bertocchi
Fonte: Goal.com
articolo letto 20792 volte
Foto

Sono tutte e tre sempre lì, appaiate tra il terzo ed il quinto posto in classifica. Roma, Lazio e Inter sono le protagoniste indiscusse della corsa alla prossima Champions League, con sorpassi e controsorpassi che si susseguono giornata dopo giornata. Attualmente le due capitoline - reduci dallo 0-0 del derby - condividono a braccetto quota 61 punti, con la Roma potenzialmente terza in virtù del vantaggio nel doppio confronto con i biancocelesti (vittoria nella stracittadina di andata, pareggio in quella di ritorno). Appena un punto sotto troviamo l'Inter di Spalletti, quinta a 60.

Ma cosa accadrebbe in caso di arrivo a pari punti a fine campionato? Tenendo conto delle variabili imposte (in ordine: 1) punti negli scontri diretti; 2) differenza reti negli scontri diretti, con i goal in trasferta non valgono doppio in caso di ulteriore parità; 3) differenza reti generale; 4) maggior numero di reti segnate in generale; 5) sorteggio), Goal.com spiega che "Lazio-Inter del 20 maggio, ultima gara del campionato, potrebbe essere decisiva per la qualificazione in Champions League: è di fatto l'ultimo scontro diretto rimasto. All'andata finì 0-0 a San Siro. I nerazzurri sono in vantaggio negli scontri diretti con la Roma, grazie ad una vittoria ed un pareggio, ed hanno dalla propria il pari contro la Lazio. La Roma ha invece dalla sua il Derby, con una vittoria e un pareggio nelle sfide stagionali contro la Lazio. A conti fatti l'Inter è quella messa meglio qualora dovesse arrivare a pari punti con Roma e Lazio: zero sconfitte fin qui nelle tre gare giocate, mentre i giallorossi ne hanno rimediata una. Sul gradino più basso i biancocelesti, con due pareggi e un ko". 

In sintesi: 

INTER-LAZIO 0-0

ROMA-LAZIO 2-1

LAZIO-ROMA 0-0

ROMA-INTER 1-3

INTER-ROMA 1-1

LAZIO-INTER (20 MAGGIO)

Anche in caso di pazza rimonta e di arrivo a pari punti con Milan e Fiorentina, i nerazzurri risulterebbero comunque in vantaggio con entrambe negli scontri diretti in virtù di una vittoria (3-2 ai rossoneri nel derby di andata, 3-0 alla Viola di Pioli) e dei pareggi del girone di ritorno (0-0 e 1-1). 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI