Toldo: "Ogni giorno scopro tifosi interisti nei posti più disparati del mondo. Bisogna allargare gli orizzonti"

di Christian Liotta
articolo letto 1918 volte
Foto

Anche Francesco Toldo è stato tra gli intervistati speciali dei reporter di Topolino ad Appiano Gentile per il 110° anniversario dell'Inter. Il responsabile di Inter Forever descrive in primo luogo questo progetto: "Si tratta di una squadra di ex giocatori leggendari, per giocare amichevoli, incontrare i tifosi, rappresentare l'Inter. Il presupposto è che la mglia che hai messo anche una sola volta è per sempre; e l'amicizia è il legame più forte". 

Quale partita vorresti giocare, con la macchina del tempo?
"Tutta la stagione 2009-2010, esattamente come è andata, per rivivere le emozioni del Triplete, impresa mai riuscita a nessun'altra squadra".

Cosa provi a portare l'interismo per il mondo?
"E' un orgoglio bellissimo, ogni giorno scopro tifosi nei posti più disparati del mondo uniti dai valori che contraddistinguono l'Internazionale. Da quel lontan 1908 questa squadra ha voluto aprirsi al mondo, con un'idea allora modernissima, oltre che giustissima: lo slogan era 'siamo fratelli del mondo'. Bisogna allargare gli orizzonti, conoscere nuove persone. Non bastano tre amici, bisogna averne tremila. E se sono stranieri o diversi da noi, meglio. Impariamo cose nuove".

E' vero che l'Inter è stata la prima squadra ad avere un sito?
"Sì, nel 1995. E parlando di primati, è stata anche l'unica squadra a non finire mai in Serie B".

VIDEO - INTER-JUVE, QUANDO VIERI "SCIPPO'" UN GOL A TOLDO


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy