SEZIONI NOTIZIE

Moratti: "Bello quanto mi è successo nel mondo del calcio, ma non ho ambizione di tornare. Avrei voluto Totti"

di Christian Liotta
Vedi letture
Foto

Il quotidiano veronese L'Arena ha raggiunto l'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti in vista della partita contro l'Hellas Verona. Ricordi dell'infanzia vissuta nel Veronese, ma anche tante altre tematiche toccate, partendo dai suoi miti nerazzurri e non: "L’Inter è fatta di mito e di miti che mi hanno accompagnato fin dall’infanzia. Ma questo penso sia scontato per me. E quindi, lasciando stare loro, penso a Totti. Francesco per me è un mito. Cioè un giocatore che, per qualità, avrei voluto vedere anche nella mia squadra".

Quali sono i suoi modelli di perfetto manager sportivo?
"Mio padre li ha offuscati tutti, questo penso sia normale. Ma negli anni ho avuto modo di conoscere e confrontarmi. Penso ad Alex Ferguson, che ha segnato un’epoca al Manchester United. Un dirigente a tutto tondo. Uscendo dal calcio, i primi che posso citare sono Julio Velasco e Phil Jackson. Innovatori, uomini sopra tutto. Persone capaci di segnare un epoca con il loro modo di approcciare lo sport. Poi, io ho avuto due ottime esperienze personali con José Mourinho e Roberto Mancini".

Il rapporto con suo padre?
"Tentare di vincere, o fare meglio, di chi ti ha preceduto può essere peso insormontabile. Provo a fare una valutazione che va al di là dell’affetto. Mio padre è stato fantastico. Un dirigente sportivo diventato personaggio, non solo per le vittorie ottenute. Per questo, ancora oggi, faccio fatica a valutare senza comparazioni chi è venuto dopo di lui".

 Presidente, ma non le manca il mondo che ha lasciato?
"Mi fa molto piacere tutto quello che è successo perché è stato molto bello. Molto appassionante e affettuoso. Ma non ho ambizione di tornare nella maniera più assoluta.

Altre notizie
Venerdì 29 maggio 2020
08:49 Copertina GdS - Ripartenza: il 14 giugno c'è Napoli-Inter. I nerazzurri guidano la protesta e minacciano di far giocare la Primavera 08:38 Focus GdS - Ora Eriksen sfida Sensi: si riparte alla pari a livello fisico. E Conte avrà le risposte che cerca 08:27 Focus GdS - Esposito, adesso il rinnovo è un rebus: parti lontane. Decisivi saranno i prossimi incontri 08:15 In Primo Piano CdS - Icardi resta a Parigi: 60/65 milioni per il riscatto e due clausole pro Inter. Cavani può fare il percorso inverso 08:00 News Cavani-Inter, Miccoli dice sì: "Lo vedo adatto agli schemi di Conte"
PUBBLICITÀ
07:30 Ex nerazzurri Miangue, futuro in Eredivisie? Contatti con il VVV Venlo per l'ex Inter 06:30 News D'Aversa: "Fondamentale ripartire in sicurezza, con nuovi positivi sarà impossibile concludere il campionato" 05:30 News Sibilia: "Ripresa della Serie A sbocco positivo. Ora dobbiamo fare le riforme" 04:30 News Marcolin: "Mertens all'Inter sarebbe stato uno dei tanti. Cavani in nerazzurro? Si può" 03:30 News Watford, Deeney: "Auguravano il virus a mio figlio. Ora torno in campo" 02:30 News Francia, il Tolosa ricorre al Consiglio di Stato dopo la retrocessione in Ligue 2 01:30 News Newcastle, l'acquisto da parte di un consorzio arabo frenato dalla "pirateria tv" 00:38 News L'Equipe - Inter, prime manovre per Lacazette. Ma il francese non è convinto 00:23 Focus TyC Sports - San Lorenzo, tanti club in fila per Adolfo Gaich: l'Inter si iscrive alla corsa 00:16 Rassegna Prima MD - Lautaro, l'Inter insiste con i 111 milioni ma il Barça ha l'ok del crack 00:05 Rassegna Prima Sport - Lautaro, l'Inter non si arrende: o clausola o niente 00:02 Rassegna Prima TS - Serie A: era ora! Lautaro-Barça, ultimatum Inter 00:00 Editoriale Perché non provarci?
Giovedì 28 maggio 2020
23:56 News Aic, Calcagno: "Orari? Non possiamo utilizzare lo slot del pomeriggio" 23:43 News Nicchi: "Ripartenza incoraggiante, speriamo di proseguire su questa strada"