SEZIONI NOTIZIE

Riscattate Sanchez e guardate la Juve

di Alessandro Cavasinni
Vedi letture
Foto

L'angoscia, la paura, la crisi, l'ecatombe. Tutto svanito grazie alle capocciate di De Vrij e Bastoni. L'Inter si sveglia, e il ricordo del Sassuolo e del Tardini (almeno per 80 minuti) sembra solo un lontano incubo. La classifica torna a sorridere, perché nel frattempo il distacco dal quinto posto sale a 13 punti e i 61 totali sono un bottino ragguardevole. In fondo, la vetta dista 8 lunghezze: tante, ma non troppe per sognare.

La squadra di Conte a Parma ha sofferto. Gara indirizzata dal gol in avvio di Gervinho, che l'ha messa sui binari più favorevoli agli emiliani. La difesa ha ballato in almeno tre-quattro occasioni, rischiando di incassare il colpo del ko. Ma non si possono dimenticare le tante chance sciupate da Lautaro e compagni, ancora una volta troppo imprecisi sotto porta. Alla fine, le statistiche parlano chiarissimo. E il fatto che i gol siano arrivati in coda non vuole dire che l'Inter abbia vinto per caso. Di casuale non c'è proprio nulla. Per altre squadre si sarebbero sprecate i titoli con su scritto "cinica", "non molla mai", "con carattere". Non se si tratta dell'Inter. Tant'è.

Restano i tre punti di platino e quella sensazione che, blindato il quarto posto, finalmente si possa scendere in campo con quella sana voglia di stupire e l'incoscienza di pensare in grande. Chiaro, non dipende solo dai nerazzurri, ma c'è da giurare che Conte spingerà il gruppo a stare il più possibile attaccato alle due di testa per approfittare di qualche eventuale passo falso.

Un po' come Sanchez. Disgraziata la stagione del cileno, vittima di un brutto infortunio che l'ha totalmente condizionato. Ma dopo ripartenza, l'ex Arsenal ha sfoderato più di una prestazione positiva. L'ultima, quella di domenica sera, da protagonista assoluto. Qualità e velocità, letture tattiche e lucidità: Alexis sta dimostrando coi fatti di voler a tutti i costi un'altra chance a Milano. E diciamoci la verità: tutto considerato – compreso l'aspetto economico e il fatto di dover eventualmente reperire un nuovo attaccante in caso di addio – la meriterebbe eccome. Riscattare il cileno e guardare la Juve (e non più la Roma) sarebbe già un bel passo avanti dal punto di vista della mentalità in previsione della prossima annata, quando le richieste saranno per tutti più alte. Hakimi è lì a dimostrare la volontà del club.

VIDEO - L'ARRIVO DI HAKIMI AL CONI SCATENA I TIFOSI

Altre notizie
Giovedì 09 luglio 2020
19:28 Focus UFFICIALE - Inter-Getafe in gara secca in Germania: la conferma del Comitato esecutivo Uefa 19:13 Focus Vidal tentato dall'Inter made in Usa: contatti con David Beckham. L'entourage: "Ecco perché direbbe sì" 19:00 News Marani: "Atalanta un modello, in quattro anni è pari all'Inter per punti fatti" 18:45 Curiosità & Gossip A gennaio, terzo fiocco rosa in casa Barella: annuncio social della moglie alle sorelline 18:31 News Roc Nation, da Lukaku al Milan: raggiunto accordo per partnership esclusiva
PUBBLICITÀ
18:16 In Primo Piano Sky - Skriniar e Godin dal 1', Borja e Sanchez in vantaggio su Eriksen e Lautaro: la probabile formazione 18:02 News Galante: "Conte bravo con Eriksen, ora l'Inter non può farne a meno. Farei giocare Lautaro" 17:47 News Bookies - Verona-Inter, più facile l'avvicendamento per Lukaku che per Eriksen 17:34 News Miglior assist della Champions League, in lizza anche Lukaku per Lautaro a Praga 17:19 News Giudice Sportivo - Stop di un turno, niente Inter per Zaza. Mihajlovic multato di 15mila euro 17:05 In Primo Piano FcIN - Vagiannidis e Botis, l'Inter del futuro parla greco: Vryzas a Milano per le ultime formalità burocratiche 16:50 Radio Nerazzurra Interisti - Anna racconta il suo tifo nerazzurro 16:37 News Scaroni: "Chi non capisce come funziona il FFP, non sa nulla di calcio" 16:23 News Winter: "Inter e Lazio sempre nel mio cuore. Mi spiace abbiano avuto un calo" 16:09 News Malagò: "Stadi, spero torni presto il pubblico. Il calcio così appassiona meno" 15:54 News E Pogba conferma: "United, ora sì che mi diverto. Questa squadra è più forte" 15:40 Copertina FcIN - Lucien Agoume e il futuro. Spunta una nuova pretendente che l'Inter vedrà... stasera 15:26 L'avversario Hellas Verona, 21 i convocati da Juric per la gara con l'Inter. Out Pazzini e Salcedo 15:12 News Rivaldo, suggerimento al Barcellona: "Lautaro? Meglio concentrarsi sul ritorno di Neymar" 14:57 News Materazzi ricorda il salto Mondiale di Berlino: "Quando sali più in alto di tutti"