SEZIONI NOTIZIE

Tra l'Inter e la Champions c'è ancora un... Abisso

di Alessandro Cavasinni
Vedi letture
Foto

Esattamente come l'anno scorso, l'Inter perde la penultima partita di campionato ed è costretta a vincere alla 38esima giornata per accedere alla Champions League. Una sorta di 'Giorno della marmotta', una storia già vista. E i tifosi nerazzurri sperano anche nel medesimo finale di una stagione fa. Allora era un duello all'ultimo sangue con la Lazio, peraltro da giocare fuori casa. Stavolta ci sarà da ospitare un Empoli tornato prepotentemente dagli inferi di una retrocessione che pareva scontata dopo aver messo in fila tre vittorie nelle ultime tre giornate. Uno scenario apocalittico, con l'Atalanta che ha gli stessi punti dell'Inter, ma il vantaggio negli scontri diretti, e con un Milan incredibilmente ancora speranzoso, che deve superare a Ferrara la Spal.

Gli ingredienti per un'ultima giornata pirotecnica ci sono tutti. E a rimetterci saranno le coronarie dei tifosi interisti, che almeno questa volta si aspettavano di poter finire in pace la stagione. Tante le colpe della squadra di Luciano Spalletti, che ha dilapidato un consistente vantaggio soprattutto a causa della cronica mancanza di qualità in attacco. Perché se la difesa – e più in generale la fase difensiva – ha confermato di essere tra le migliori d'Europa (recite di Bergamo e Napoli a parte), non può dirsi altrettanto dell'attacco. Quante partite identiche si sono viste? Troppe. Tanti 0-1, tante sfide comandate senza poi i tre punti in tasca, troppe partite condotte benissimo fino alla trequarti e poi il buio. Lì è mancata l'Inter in questa stagione e lì bisognerà intervenire sul mercato più che in ogni altra zona del campo. Qualcuno addebita in questo senso colpe a Spalletti, ma la sua carriera cancella ogni dubbio: è sempre stato un allenatore che ha creato squadre nelle quali si segnava parecchio e in cui gli attaccanti brillavano, anche meno nobili (almeno sulla carta) rispetto a quelli che ha oggi a Milano.

Ma adesso non conta più nulla. Non conta il passato e non conta il futuro. Conta solo la partita con l'Empoli: 90 minuti nei quali mettere tutto ciò che si ha, come accaduto un anno fa con la Lazio. Senza fare calcoli, senza il 'braccino', senza timori.

E pensare che in realtà, nonostante tutto, l'Inter avrebbe già ampiamente meritato un posto in Champions: sarebbe bastato che l'arbitro Abisso, quella sera a Firenze, non avesse recitato la parte del fenomeno visionario. Due punti in più, Champions sicura. E invece, dopo il ko di Napoli, assomiglia proprio a un... abisso la distanza che separa i nerazzurri dalla massima competizione europea per club. Qualcuno lo chiama destino. Forse sarebbe meglio chiamarla incompetenza.

VIDEO - GOL DI ICARDI, L’INSULTO DI WANDA SU INSTAGRAM AI TELECRONISTI 


Altre notizie
Mercoledì 18 Settembre 2019
02:30 News Psg-Real, Tuchel glissa su Icardi: "In campo dal 1'? Non sappiamo" 01:30 L'avversario Ter Stegen: "Non è facile affrontare il Borussia Dortmund. Pareggio giusto" 00:45 Rassegna Prima TS - Immenso Napoli, piccola Inter 00:28 Rassegna Prima CdS - Conte: "Io asino" 00:11 News Conte a InterTV: "Brutta prestazione, me ne prendo la responsabilità. Lo Slavia è stato superiore" 00:01 News Barella a InterTV: "Slavia Praga avanti nella condizione. Ora pensiamo al derby" 00:00 Editoriale L'Inter resta 'pazza' in Champions. Ora è dura
Martedì 17 Settembre 2019
23:44 News Psg, Verratti elogia Icardi: "Giocatore magnifico. Sa giocare con i compagni" 23:29 News Icardi, foto con Neymar in vista del Real Madrid: "La Champions League è tornata" 23:15 News Napoli, Giuntoli: "Rammaricati per Icardi, ma nessun rimpianto" 23:01 News Parma-Karamoh, scoppia la pentola a pressione: il francese multato dopo l'ennesimo ritardo all'allenamento 22:56 News UCL - Barcellona e Borussia non si fanno male. Mertens-Llorente, il Napoli sorride. Male Chelsea e Benfica, Ajax ok. Goleada Salisburgo 22:47 L'avversario Sky - Duro confronto Giampaolo-Paquetà a Milanello 22:39 Inter Social Club Politano: "Cammino ancora lungo. Servirà vincere le prossime" 22:33 News Eurorivali - Barça, è super Fati: storia di un boom annunciato 22:19 News Sarri chiude la polemica: "Credo che a Conte sia stato riferito qualcosa di errato" 22:05 News Skriniar: "Lo Slavia ha giocato con il cuore, il pareggio è giusto" 22:02 Copertina Lukaku a InterTv: "Non è stata una buona partita. La schiena? Questa mattina avevo un po' di male" 22:00 Moviola Inter-Slavia Praga, regolare il gol di Olayinka. Asamoah non è da rosso 21:46 News Sensi in mixed: "Pareggio giusto, ora dobbiamo recuperare mentalmente. Io sorprendente? Merito della squadra"