SEZIONI NOTIZIE

FcIN - Sondaggi per Radu da Arsenal e Nizza, solo per cessioni definitive. L'Inter dice no: il rumeno è il futuro

di Giuseppe Granieri
Vedi letture
Foto

Non si sblocca la situazione tecnica relativa a Ionut Radu, portiere classe 1997 che, dopo l’arrivo di Mattia Perin, non rientra più nei piani attuali del Genoa. Il rumeno ieri sera ha giocato in Coppa Italia, contro il Torino, ma questa gara non può cambiare gli attuali equilibri. Il portiere è di proprietà dell’Inter e, dunque, è compito anche della società nerazzurra trovare una soluzione. C’è la possibilità di rimanere al Genoa, ma con lo spettro di restare in panchina fino a giugno. E allora ecco farsi strada l’idea concreta di tornare all’Inter e piazzarsi tra Samir Handanovic e Daniele Padelli, per fare esperienza, crescere e allenarsi in un contesto da top club.

Per il resto, le carte in tavola non sono molte al momento, secondo quanto risulta ad FcInterNews.it: abbondano i sondaggi, sia dall’Italia (Fiorentina e Torino) sia all’estero (Nizza, Arsenal, West Ham), ma queste società sarebbero pronte a investire sul giocatore, e non a prelevarlo con la sola formula del prestito secco fino al termine della stagione. Ma da questo punto di vista, la società nerazzurra non ci sente: l’Inter non cede Radu con nessuna formula, perché lo ritiene un portiere dal futuro assicurato e vuole mantenere il controllo del cartellino. Dunque, da qui alla fine del mercato si cercherà (Inter ed entourage del giocatore sono al lavoro) un club (in Italia o in Europa) interessato al solo prestito, altrimenti Radu tornerà a Milano ad allenarsi con il gruppo di Antonio Conte.

VIDEO - FANTASTICA INTER A NAPOLI, L'URLO DI TRAMONTANA SILENZIA I TIFOSI AVVERSARI IN STUDIO

Altre notizie
Domenica 26 Gennaio 2020
00:43 Rassegna Prima pagina TS - Conte irrita i dirigenti nerazzurri 00:27 Rassegna Prima pagina CdS - Incredibile Conte, il mercato non va. "Non stiamo prendendo mezzo Real" 00:00 Editoriale Christian Eriksen: chi è, cosa fa e perché può essere fondamentale
Sabato 25 Gennaio 2020
23:56 News Proposta bocciata, niente 1% delle scommesse alla Figc nel Milleproroghe 23:41 Inter Femminile Milan Femminile, Ganz: "In vista dell'Inter dobbiamo cambiare marcia"
PUBBLICITÀ
23:28 Ex nerazzurri Chi si rivede: Atletico Madrid, torna tra i convocati Sime Vrsaljko 23:13 News Sint-Truiden, Colidio svolta: tre assist nella vittoria odierna con il Mouscron 22:59 News Gasperini: "Muriel? Avesse segnato il rigore con l'Inter, sarebbe stato meglio" 22:44 Il resto della A Atalanta settebellezze: umiliazione interna per il Torino, la Dea vince 7-0 22:30 Ex nerazzurri UFFICIALE - Banega, avventura in Arabia Saudita: firma con l'Al Shabab 22:15 News Pazienza: "Inter, quando prendi Conte le aspettative si alzano in automatico" 22:01 News Nani: "Lukaku? I risultati danno ragione all'Inter. Gap colmato tra i nerazzurri e la Juventus" 21:46 L'avversario Fiorentina, Iachini: "Se andiamo passivi con l'Inter, non ne caviamo le gambe" 21:32 Stats Inter e Cagliari, sfida a colpi di testa: sono le due squadre che hanno segnato di più 21:17 News Napoli, Zielinski: "Tornerò a segnare. Contro l'Inter incredibile Handanovic" 21:03 L'avversario Fiorentina, Dragowski punta l'Inter: "La gara col Genoa è già passata" 20:50 In Primo Piano Eriksen-Sensi, il problema di diventare una soluzione: la loro coesistenza può essere più che naturale 20:36 Focus Lazaro: "Tornare all'Inter? Deciderò io il futuro. Magari attrarrò qualche club di Premier" 20:21 News Newcastle, Bruce: "Lazaro ci darà un po' più di qualità in fase offensiva" 20:06 Il resto della A Dragowski salva la Viola: 0-0 al Franchi col Genoa, infortunio per Castrovilli