SEZIONI NOTIZIE

FcIN - Sondaggi per Radu da Arsenal e Nizza, solo per cessioni definitive. L'Inter dice no: il rumeno è il futuro

di Giuseppe Granieri
Vedi letture
Foto

Non si sblocca la situazione tecnica relativa a Ionut Radu, portiere classe 1997 che, dopo l’arrivo di Mattia Perin, non rientra più nei piani attuali del Genoa. Il rumeno ieri sera ha giocato in Coppa Italia, contro il Torino, ma questa gara non può cambiare gli attuali equilibri. Il portiere è di proprietà dell’Inter e, dunque, è compito anche della società nerazzurra trovare una soluzione. C’è la possibilità di rimanere al Genoa, ma con lo spettro di restare in panchina fino a giugno. E allora ecco farsi strada l’idea concreta di tornare all’Inter e piazzarsi tra Samir Handanovic e Daniele Padelli, per fare esperienza, crescere e allenarsi in un contesto da top club.

Per il resto, le carte in tavola non sono molte al momento, secondo quanto risulta ad FcInterNews.it: abbondano i sondaggi, sia dall’Italia (Fiorentina e Torino) sia all’estero (Nizza, Arsenal, West Ham), ma queste società sarebbero pronte a investire sul giocatore, e non a prelevarlo con la sola formula del prestito secco fino al termine della stagione. Ma da questo punto di vista, la società nerazzurra non ci sente: l’Inter non cede Radu con nessuna formula, perché lo ritiene un portiere dal futuro assicurato e vuole mantenere il controllo del cartellino. Dunque, da qui alla fine del mercato si cercherà (Inter ed entourage del giocatore sono al lavoro) un club (in Italia o in Europa) interessato al solo prestito, altrimenti Radu tornerà a Milano ad allenarsi con il gruppo di Antonio Conte.

VIDEO - FANTASTICA INTER A NAPOLI, L'URLO DI TRAMONTANA SILENZIA I TIFOSI AVVERSARI IN STUDIO

Altre notizie
Martedì 7 Aprile 2020
17:31 News Liga, accordo tra Rfef e Assocalciatori: in campo ogni 72 ore 17:17 News Sassuolo, Carnevali: "Giusto terminare il campionato, ma senza andare oltre luglio" 17:03 La Meglio Gioventù La Giovane Italia – Gaetano Oristanio, l’apprendista campione abbonato allo Scudetto 16:49 News Zambrotta e i terzini: "Prima difensivi, ma Dani Alves, Maicon e altri erano più attaccanti che difensori" 16:35 News Domenghini: "Dall'Inter al Cagliari, mi sembrava declassante. Contestai il presidente"
PUBBLICITÀ
16:21 News From UK - Sanchez, Inter opzione preferita. Ma la permanenza è poco probabile 16:07 News Frosinone, Stirpe tuona: "Vie legali se la Serie B termina qui e il Frosinone non viene promosso in A" 15:53 News J. Valdes: "Conte ambizioso, diceva che il suo obiettivo era vincere la CL. Vidal si adatterebbe all'Inter" 15:38 News Antognoni: "Castrovilli il miglior talento italiano con altri due, ce lo teniamo stretto" 15:23 News Taglio stipendi calciatori, la nota dell'Aiac: "Dichiarazione della Lega estemporanea" 15:09 News Zenga: "Messi e CR7 nello stesso campionato? Sarebbe una bella sfida" 14:54 In Primo Piano Fiorentina, Commisso: "Chiesa-Inter? Non lo so neanche io. Sono convinto che i migliori resteranno con noi" 14:40 News Messi all'Inter, parlano 4 ex nerazzurri: "Non è un sogno impossibile" 14:27 News Chiesa-Inter, l'Ufficio Stampa di Renzi: "Ormai smentire fake news per noi è diventato un impegno a tempo pieno" 14:12 News Aic, il vicepresidente Calcagno: "Taglio stipendi? Dai club una provocazione" 14:00 News Lazio, Lotito: "Non ci sono basi scientifiche che impediscano agli atleti di allenarsi" 13:46 Focus Messi all'Inter, Tebas: "Se lasciasse la Liga non sarebbe un dramma, guardate CR7" 13:32 Focus Udinese, Musso: "Inter? Fa piacere l'interessamento, ma non ne so nulla" 13:18 Copertina Gabigol: "Ho sempre voluto il Flamengo, la trattativa è durata un po' a causa dell'Inter" 13:04 News Chiesa, la battuta di Renzi: "Andrà all'Inter, secondo le mie informazioni"