SEZIONI NOTIZIE

L’ag. di Di Gregorio a FcIN: “Che soddisfazione la chiamata di Galliani! Obiettivo? Andare in A con il Monza”

di Giuseppe Granieri
Vedi letture
Foto

Michele Di Gregorio, portiere classe 1997, è all’Inter da quando aveva sei anni: dopo tutta la trafila nel settore giovanile, con i successi con la Primavera nerazzurra, ecco i prestiti formativi: Renate, Novara e Pordenone. Tre ottime stagioni che hanno lanciato definitivamente l’ex canterano nel calcio professionistico, oggi alle prese con nuove pagine da scrivere al Monza di Galliani e Berlusconi. Il suo agente, Carlo Alberto Belloni, parla, in esclusiva per FcInterNews.it, della trattativa con il club brianzolo.

Facciamo un passo indietro: come è andato lo scorso anno al Pordenone?
“La stagione era partita in sordina. Michele partiva alla pari con l’altro portiere (Giacomo Bindi, ndr): avrebbe giocato chi lo meritava di più. Alla fine Di Gregorio con le sue 35 partite (play off inclusi) è risultato essere non solo il titolare della squadra, ma anche uno dei migliori portieri della serie B. Se a questo ci aggiungiamo che l’obiettivo di partenza della società era la salvezza e si è arrivati ad un soffio dalla massima serie, si ha ben chiaro che tipo di lavoro è stato fatto lo scorso anno”.

E il Monza si è accorto della bontà delle prestazioni di Michele.
“Il primo contatto con loro risale al 15 giugno: la stagione, però, per il Pordenone non era ancora conclusa, e si è preferito restare concentrati sul cammino del club friulano, sia per rispetto al club per il quale si lavora, sia per una questione di professionalità”.

E poi?
“Una volta conclusa la stagione, abbiamo prima prolungato il contratto con l’Inter. Con il ds nerazzurro Dario Baccin abbiamo trovato l’accordo in pochi minuti: dal 2022 l’accordo è stato allungato sino al 2024”.

Ed ecco la trattativa con i brianzoli.
“L’interesse di un club come il Monza non può essere ignorato, sotto tutti i punti di vista. Non abbiamo avuto nessun tentennamento, ovvio. Qui c’è un progetto interessante: dopo la vittoria della C si punta al salto nella massima serie, ma di pari passo c’è tutto un sistema che vuole crescere e migliorarsi, non solo dal punto di vista di squadra, ma anche a livello strutturale”.

Come è stato ricevere la telefonata di Galliani?
“Emozionante! Siamo sinceri, non capita tutti i giorni di essere chiamati da uno dei dirigenti più vincenti del calcio italiano: questo gratifica e certifica l’ottimo cammino svolto sin qui da Di Gregorio".

Cosa manca?
“Stringere la mano a Berlusconi (ride, ndr): è un uomo che stimo tantissimo, magari mi capiterà di incontrarlo in una della tante partire interne del Monza. Staremo a vedere…”

Quali sono i termini della trattativa?
“Michele è lì in prestito con diritto di riscatto (a 8 milioni) e contro riscatto. In caso di contro riscatto del Monza a fine stagione, il giocatore avrà un contratto triennale. Il tutto è stato chiuso il 25 agosto. L’obiettivo è guadagnarsi la massima serie con il Monza”.

Come si sta trovando Michele con il suo nuovo club?
“L’ambiente è ottimo, praticamente da massima serie. Anche con gli allenamenti più di qualcosa è cambiato: metodologia diversa. C’è anche da dire che mister Brocchi predilige un portiere che sappia impostare l’azione dal basso e che, quindi, sia bravo anche con i piedi”.

Insomma, un’ottima partenza.
“È un bel periodo non solo dal punto di vista sportivo, ma anche dal lato umano e personale: Michele presto diventerà padre”.

VIDEO - IL NEO INTERISTA JURGENS IMITA IL GOL DI MAICON ALLA JUVE

Altre notizie
Giovedì 21 gennaio 2021
02:30 Ex nerazzurri Rey Manaj verso il ritorno in Italia? Crotone e Pescara sulle sue tracce 01:30 L'avversario Udinese, Gotti: "Inter grande squadra, in pochi giorni dobbiamo ricreare le energie mentali giuste" 01:00 Rassegna Prima GdS - Attacchi al potere. Milan e Inter dentro le macchine da gol 00:30 News Chiellini: "L'Inter ci ha surclassato, partita che brucia ancora. Scudetto? Dobbiamo avere continuità di risultati" 00:15 News Pirlo: "Importante vincere dopo il ko con l'Inter. Dovevamo mostrare il nostro valore, non siamo quelli di San Siro"
PUBBLICITÀ
00:00 Editoriale Il riferimento Juve e le verità non dette: le versioni di Conte e Chiellini
Mercoledì 20 gennaio 2021
23:46 News Sky - Oggi incontro anche con gli agenti di Bastoni: imminente il rinnovo 23:31 L'avversario Sky - Lasagna-Verona è fatta. Ma l'Udinese prende tempo per la gara contro l'Inter 23:17 News Sky - Fonseca confermato ma sotto osservazione, sollevati dall'incarico Gombar e Zubiria 23:02 News Juve, Ronaldo: "Male domenica, ma è il passato. Scudetto? Inter e Milan forti, lo possiamo vincere" 22:56 News La Juventus dimentica l'Inter, batte il Napoli 2-0 e solleva la Supercoppa italiana 22:48 News Kroos: "Felice che Lopetegui abbia vinto l'EL. Il suo esonero è quello che mi ha ferito di più" 22:34 Focus FcIN - Marcos Paulo, niente Inter: fatta con l'Atletico Madrid, probabile ufficialità martedì 22:21 In Primo Piano Lautaro-Inter, rinnovo solo rinviato. Prima del nero su bianco va chiarita la situazione societaria: le ultime 22:07 News Nazionale, Mancini: "Contento del ritorno di Chiellini con l'Inter. Gli altri azzurri stanno facendo bene" 21:53 News Birindelli: "Fatico a commentare Inter-Juventus. Unico bel duello quello tra Chiellini e Lukaku" 21:38 News Inter Academy in Brasile, non solo calcio: anche un aiuto per contrastare gli effetti da pandemia 21:24 News Dal Pino: "Accordo per i fondi tassello importante per la crescita della Serie A" 21:10 News Juve, Chiesa: "Con l'Inter ko fuori contesto, vogliamo rifarci vincendo la Supercoppa" 20:56 News Juve, Paratici: "Con l'Inter non una buona partita, ma non c'è tempo per rimuginare"