SEZIONI NOTIZIE

Cirillo: "All'Inter ho imparato tanto in così poco. Lo scontro con Materazzi? Una macchia indelebile"

di Federico Rana
Vedi letture
Foto

Intervisto dalla redazione del sito web Il Posticipo, l'ex difensore Bruno Cirillo parla della sua breve esperienza con la maglia nerazzurra, durata appena una stagione, nel 2000-01. "C'è del rammarico, perché quell’anno è andato tutto per il verso sbagliato.Ma ne sono uscito più forte mentalmente, come uomo, tecnicamente e tatticamente. Mi ha arricchito tantissimo, anche se è durata poco. Ero passato dalla Reggina a indossare la maglia di una delle squadre più forti del mondo. All’Inter ho avuto la fortuna di giocare con campioni che mi hanno insegnato tanto. Mi sarebbe piaciuto restare di più, avevo un contratto di quattro anni, però la società a fine anno mi comunicò che non avrei avuto spazio la stagione successiva. A differenza di quello che farebbe un giovane di oggi, io andai altrove - al Lecce - per giocare. Non volevo restare all’Inter per stare in tribuna o in panchina". Cirillo ritorna poi sul famigerato post-partita di Inter-Siena del febbraio 2004, quando si scontrò con Marco Materazzi. Lo stesso Matrix che ha incontrato, 10 anni più tardi, quando entrambi militano nel campionato indiano. "Una macchia che mi porterò per sempre sulla pelle, come credo anche lui. Quella volta lui era squalificato e stava a bordo campo: già questa cosa non era accettabile… Mentre io giocavo lui mi aveva detto delle cose, poi nel sottopassaggio c’era stata questa brutta parentesi. Dopo due mesi ci eravamo chiariti, lui mi aveva chiesto scusa. Dopo quell’episodio ci eravamo incontrati di nuovo quando io ero ancora a Siena. Ne abbiamo parlato. Ormai è il passato".


Altre notizie
Domenica 16 Giugno 2019
15:07 Il resto della A UFFICIALE - Sarri saluta il Chelsea, sarà il nuovo allenatore della Juve 14:53 News InterNazionali - L'Uruguay sfida l'Ecuador, Vecino e Godin titolari 14:38 News Godin carica l'Uruguay: "La prima partita è la più difficile, vogliamo iniziare bene" 14:24 News Ligabue si racconta: "Sono come l'Inter, squadra non per cardiopatici" 14:10 Focus Marotta: "Lugano un'oasi di pace, il luogo ideale per il ritiro" 13:55 News D'Aversa sottolinea: "Dopo l'Inter mi sono sentito un allenatore di Serie A" 13:41 Ex nerazzurri The Express - Coutinho vuole solo il Chelsea, rifiutati United e PSG 13:26 News Thauvin: "Il futuro? Voglio arrivare in alto, se me lo concede il Marsiglia bene" 13:13 News Espn - Lukaku-Icardi, che intreccio: il belga blocca il mercato dei Red Devils 12:58 Focus Zanetti elogia l'Inter Femminile: "Annata indimenticabile"
12:43 News Dalla Francia - Thauvin, l'Inter rimane interessata. Anche Roma e Napoli su di lui 12:28 News Mangia: "Inter, mercato importante. Conte accorcerà le distanze con la Juve" 12:13 In Primo Piano Dalla Turchia - Eljif Elmas rifiuta l'Atletico Madrid. E Goran Pandev spinge il connazionale verso l'Inter 11:58 News From UK - Maxi Gomez al West Ham, al Celta vanno 32 milioni 11:43 News Lautaro out, Scaloni: "Gli ho preferito Suarez perché può giocare anche a sinistra" 11:29 Rassegna GdS - Sarri 'chiama' Icardi: oggi si prende con uno sconto prima impensabile 11:15 Giovanili Il Settore Giovanile nerazzurro riceve il premio "Grassroots Awards 2019 Best Professional Football Club" 11:00 News Euro U-21, Italia-Spagna: Bastoni, Barella e Dimarco titolari. Le probabili formazioni 10:45 Rassegna Tardelli: "L'U-21 gioca in casa e ci si aspetta tanto. L'uomo in più? Penso a Zaniolo e Kean" 10:30 In Primo Piano Repubblica - Icardi, le carte bollate come ultima spiaggia. C'è la Juventus dietro alle manovre per liberarsi?