SEZIONI NOTIZIE

Conte in conferenza: "Obiettivi centrati con Eriksen, Moses e Young. In attacco non mi aspetto niente"

di Mattia Zangari
Fonte: dall'inviato a San Siro
Vedi letture
Foto

L'Inter strappa il pass per la semifinale di finale di Coppa Italia, dove sfiderà in gara doppia il Napoli, regolando la Fiorentina 2-1. Dopo l'intervista con Rai Sport, Antonio Conte si accomoda nella sala conferenze di San Siro per analizzare la gara attraverso le domande dei giornalisti presenti. Ecco le sue parole: 

Marotta ha detto che da qui al 31 gennaio non andrete più sul mercato, ti aspetti qualcosa in attacco? Ci inquadri Eriksen dal punto di vista tattico?
"Non può fare la punta Eriksen, a livello di centrocampo può fare tutti i ruoli. Ma la punta proprio no, al massimo il trequartista e la sottopunta. Ho dato un giudizio tecnico. Io non mi aspetto niente, penso che abbiamo operato in maniera intelligente e funzionale al miglioramento della rosa e l'obiettivo è stato centrato visti Moses, Young ed Eriksen. Il resto è giusto che la società parli con me di alcune cose, perché possono dirmi che non sono d'accordo (con le mie valutazioni ndr). Cercheremo di fare del nostro meglio come abbiamo fatto fino adesso: abbiamo fatto un mercato funzionale. Proprio per questo voglio ringraziare Politano e Lazaro per la loro professionalità, sono stati ragazzi che si sono messi a disposizione con educazione. Li volevo ringraziare perché è giusto così".

Come cambierà l'Inter con Eriksen?
"Partiamo dal fatto che Eriksen si è allenato con noi solamente ieri, oggi l'ho catapultato in campo, una cosa che io non ho mai fatto perché i nuovi giocatori devono entrare dentro la nostra idea di calcio. Oggi, per tantissime cose, abbiamo improvvisato visto che abbiamo giocato con un sistema preparato ieri. Ho saputo dell'indispoibilità di Sensi e Borja al campo, avevamo solo due centrocampisti. Questa situazione con Eriksen trequartista potrà tornarci utile; lui è anche interno sinistro, può giocare nei due centrocampisti. E' uno intelligente, vede il gioco, ha senso della posizione. Detto questo, da domani capirà i movimenti". 

C'è un po' di preoccupazione per gli infortunati? Come ha visto Barella?
"Barella è un giocatore eclettico, oggi ha fatto bene davanti alla difesa perché ha schermato bene ed è riuscito a far partire l'azione nella giusta maniera. Sta tornando ai livelli di performance del pre-infortunio, ora sta entrando in forma con il passare delle partite. Lui davanti alla difesa è una situazione che ci potrà tornare comoda in futuro". 

Altre notizie
Sabato 28 novembre 2020
01:30 News Arriva il nuovo Totocalcio: dal 2021 schedina rinnovata con più opzioni di gioco 01:00 Rassegna Prima pagina GdS - Conte, lo scudo di Zhang. C'è il sostegno del presidente 00:35 Rassegna Prima pagina TS - Zhang tiene duro: "Conte l'ideale". Il tecnico blindato malgrado le delusioni 00:30 Rassegna Prima pagina CdS - Conte blindato. A Reggio Emilia con Lautaro-Sanchez 00:00 Editoriale Il rebus tattico di Conte e un 'percorso' obbligatorio
PUBBLICITÀ
Venerdì 27 novembre 2020
23:52 Ex nerazzurri Simeone: "L'addio di Maradona è un dolore enorme, avrà un posto speciale nella storia di tutta l'Argentina" 23:38 News Rossi ancora su Szoboszlai: "Non ho parlato con lui né col suo agente, ma probabilmente a gennaio va al Lipsia" 23:23 News Filippo Inzaghi rivela: "Fu Tinti a dire a Galliani di prendere Pirlo dall'Inter" 23:10 Radio Nerazzurra Special One - La splendida vittoria nerazzurra nella tana del Newcastle 22:55 News Benarrivo: "Inter, situazione confusionaria. Conte deve capire se i giocatori lo vogliono" 22:41 News Lukaku annullato da Nacho. E il belga esprime il suo stupore all'amico Courtois 22:26 Focus Vidal si carica via social: "A volte, per ottenere il meglio devi passare dalle cose peggiori" 22:13 Radio Nerazzurra Storie Nerazzurre - Mancini e l'Inter nella storia personale 21:59 Ex nerazzurri L'istinto di Zamorano: "L'essenza massima del calcio è il gol. E io l'ho sempre cercato" 21:45 Focus Antonello: "Senza sospensione della stagione, rosso a 70,7 mln. Stadio nuovo cruciale per il futuro" 21:36 In Primo Piano Marotta: "Con Conte progetto a lungo termine. Abbiamo reso l'Inter appetibile a livello internazionale" 21:30 Stats Lukaku, avvio super: solo Vieri e Ibrahimovic allo stesso ritmo con l'Inter 21:16 News Ruggeri: "Inter squadra più difficile da allenare. Alcuni talenti andrebbero lasciati un po' più liberi di esprimersi" 21:02 Radio Nerazzurra Special One - Il gol particolare di Gianfranco Matteoli 20:49 In Primo Piano Nuova assenza per Antonio Conte: affaticamento al soleo, Nainggolan out per la gara col Sassuolo