SEZIONI NOTIZIE

Moratti: "Inter prima con merito, ora continui a pensare come Conte. San Siro? Rimesso a posto vale tantissimo"

di Mattia Zangari
Fonte: siamolaroma.it
Vedi letture
Foto

"Che effetto mi fa rivedere l’Inter in testa alla classifica? E’ bellissimo e credo che sia in testa con tutto il merito possibile perché sta giocando con grande sicurezza. E' una squadra quadrata che dà grandi speranze di continuità". Intervenendo sulle frequenze di TeleRadioStereo, Massimo Moratti, ex patron della Beneamata, esalta il primato dei nerazzurri prima di riconoscere l'enorme apporto alla causa di Antonio Conte: "E' lui il protagonista, sono perfettamente d'accordo: ha rivalutato tutti i giocatori e sta facendo rendere al massimo i due attaccanti (Lautaro e Lukaku ndr)".

Si passa, quindi, a parlare del Toro, giocatore centrale della creatura contiana: "In questo momento è formidabile e dà l’impressione di essere un giocatore sempre in crescita. L’anno scorso ha fatto un campionato così così, abbastanza buono. Sapevamo avesse grandi possibilità ma nessuno si aspettava potesse esplodere in questa maniera e fa capire di avere ancora grande potenziale".

Che effetto le fa vedere che l’Inter si sta rilanciando con due che sono stati simboli della Juventus come Marotta e Conte?
"Io presi Lippi. Non sono impressionato da questa cosa, ormai dirigenti e allenatori sono dei professionisti pronti a cambiare squadra tranquillamente nel momento in cui possono esprimere le loro capacità. Di Conte si sapeva che aveva grosse virtù, ma si sta esprimendo molto di più di quello che si potesse pensare. L’importante è che faccia vincere la squadra, il resto non conta".

C’è un giocatore della Roma che lei comprerebbe?
"
Io Dzeko lo trovo fortissimo, intelligente, bravo, costante, fa gol, fa fare gol. E’ bravo".

 In quest’Inter giocherebbe o farebbe la riserva?
"
Starebbe al posto di uno tra Lukaku e Martinez, resta il fatto che è un giocatore molto serio e molto bravo. Poi mi piace Zaniolo…". 

Che partita sarà questo Inter-Roma?
"E’ sempre stata una partita bellissima, nel mio periodo ho vissuto partite di grande sofferenza e credo anche oggi possa rispettare questa tradizione. La Roma dovrà stare attenta alla partenza dell’Inter con questo ragazzo davanti che ha una velocità spaventosa. Credo che Fonseca sia un allenatore sorprendente, sarà interessante vedere la partita".

Cosa deve fare l’Inter per rimanere in testa alla classifica?
"
Deve continuare a pensare come Conte la fa pensare, cioè guardare partita per partita senza fidarsi della classifica ma solo dei propri mezzi. Poi ci sono tanti giocatori forti fuori come Barella e Sanchez, il ritorno di questi qui potrebbe permettere all’Inter di avere i cambi giusti al momento giusto per continuare nella stessa maniera".

Teme più l’Inter o la Juve?
"L’Inter con Conte e con questa ambizione può reggere abbastanza. Nella Juventus quest’anno per Sarri non è facile mantenere la stessa ambizione, soprattutto dopo 8 scudetti consecutivi. Allo stesso tempo hanno grandi giocatori e l’istintiva abitudine a vincere che sicuramente aiuta".

Le piace Sarri? Lo avrebbe preso nella sua Inter?
"
Credo di sì… ".

Qual è il motivo che ha portato la Juventus a instaurare questa dittatura nel calcio italiano?
"Credo sia merito della Juventus, si è organizzata bene, ha comprato giocatori importanti, ha fatto qualcosa di extra comprando Ronaldo che nessuno si aspettava, un colpo che l’ha resa famosa dal punto di vista internazionale. Quindi ha fatto di più di quello che si potesse pensare. Allo stesso tempo c’è stata la crisi abbastanza evidente delle milanesi, le altre sono state bravissime ma la continuità della Juve è talmente sorretta dalla tradizione che è difficile batterla".

Quanto è cambiato con il VAR il calcio italiano?
"Sinceramente emotivamente lo considero un disastro, ti taglia a metà quella che può essere una gioia o una paura. Due volte devi saltare per la stessa cosa e la seconda è ben diversa. Quindi sinceramente non l’avessero inventato sarebbe stato meglio, ma una volta messo non si può più togliere".

Il nuovo stadio a Milano?
"
Avete visto che sono molto sentimentale, sono per San Siro. Credo che rimesso a posto possa ancora valere tantissimo. Dicono che con i nuovi stadi si quadruplicano i guadagni ma anche le spese per farli sono tante". 

VIDEO - IL TORO ESALTA TRAMONTANA: DOPPIETTA DA URLO

Altre notizie
Domenica 31 maggio 2020
22:19 News Partite a porte chiuse? La Serie A studia un rimedio con le animazioni grafiche 22:05 News Carnevali: "Sarà una ripresa difficile, però bisogna lavorare e sacrificarsi" 21:50 News Roma, Fonseca: "Scudetto alla Lazio? Non scherziamo. Vedremo chi la spunterà" 21:36 Ex nerazzurri Biabiany sul mancato rientro a Trapani: "Problemi aerei, io in accordo con la dirigenza" 21:22 News Cinquini: "Mercato senza spese pazze. Guardate le difficoltà del Barça con Lautaro"
PUBBLICITÀ
21:08 News Questione orari, Calcagno (AIC): "Alle 17:15 un problema anche giocare in Pianura Padana" 20:54 In Primo Piano FcIN - Kumbulla, rischio asta per l'Inter. Intanto il Verona vorrebbe in prestito due giovani nerazzurri 20:39 News Partite in chiaro, Tommasi: "Normale cercare soluzioni eccezionali in casi eccezionali" 20:26 News Repubblica - Kumbulla, si inserisce anche la Juventus: si parte da una base d'asta di 30 milioni 20:12 Focus Sylvinho: "La fascia ad Icardi? Mancini credeva che potesse andare avanti con il progetto" 19:57 Focus Bergomi: "Icardi al PSG, scelta migliore per tutte le parti. Operazione fatta bene: ora c'è Lukaku" 19:44 News Iezzo: "Cavani grande affare, lui e Lukaku sarebbero una coppia stratosferica. Il belga tra i migliori al mondo" 19:29 L'avversario Samp, Ranieri: "Giusto che la prima partita sia il recupero con l'Inter, così ci metteremo tutti in pari" 19:15 Focus Repubblica - Lega Serie A, alta tensione tra club: Inter e Lazio una contro l'altra 19:00 Radio Nerazzurra Special One - Il 17esimo scudetto, quello vinto davanti alla tv 18:46 News Pozzecco: "Sono milanista, ma il mio idolo era Sukur. Affascinato da Mourinho e Conte" 18:32 News Lopez, pres. Lille: "Tante offerte per Osimhen, da squadre di almeno tre campionati" 18:17 News Bollettino Covid-19: sempre meno positivi, a Milano soltanto 13 nuovi casi 18:04 In Primo Piano In Russia - La Lokomotiv Mosca torna a trattare con l'Inter: l'obiettivo è trattenere Joao Mario fino a luglio 17:50 News Brady: "La mia Inter forte, però buttò uno Scudetto. Juve tricolore, ma un'altra vincitrice farebbe bene al calcio"