Un mercato per Conte: Lukaku prima opzione, assalto a Danilo. Gündogan, Darmian e Xhaka le altre piste

di Alessandro Cavasinni
Fonte: Corriere dello Sport
Vedi letture
Foto

Mentre la testa di tutti ad Appiano è ancora connessa al campionato in corso, con una Champions ancora tutta da conquistare, parallelamente la società programma la prossima stagione, che dovrebbe vedere Antonio Conte in panchina. Sul tavolo tante idee di mercato per rinforzare la rosa e costruirla in base alle esigenze del nuovo tecnico. Il Corriere dello Sport stila la lista degli obiettivi.

DZEKO E LUKAKU - Sedici mesi fa era già sull'aereo in direzione Londra, per volare da Conte al Chelsea. Niente Premier alla fine, stavolta basterebbe un treno ad alta velocità per finire dall'allenatore che voleva il bosniaco Oltremanica. La Roma chiede circa 20 milioni, l'Inter ne offre molti di meno. Lukaku, che è la pista principale e quella più gradita a Conte (RILEGGI QUI LA NOSTRA ESCLUSIVA), certamente costerebbe molto di più (50 milioni). Dzeko preferirebbe un trasferimento a Milano, piuttosto che la destinazione Paris Saint-Germain. Ma l'Inter ha messo in preventivo un esborso importante per la punta visto il probabile addio di Icardi.
 
DANILO E DARMIAN - Sulla corsia serviranno un paio di innesti e l'assalto a Danilo del City è storia nota. Più staccato nelle preferenze Matteo Darmian, anche se l'Inter lo aveva messo in lista l'anno scorso quando non c'erano i margini per riscattare Cancelo. Il terzino di scuola Milan ha caratteristiche per lo più difensive. D'Ambrosio potrebbe ritagliarsi un ruolo di terzo centrale nell'eventuale difesa a tre.
 
ALTRE IDEE - Xhaka resta monitorato, nonostante la sua seconda parte di stagione da alti e bassi con l'Arsenal: è un profilo che piace, una possibile soluzione ma non la priorità interista per il centrocampo. Alexis Sanchez è stato proposto all'Inter dai suoi agenti, ma è una pista fredda anche per il mega-ingaggio. Sempre vivo l'interesse per Gündogan.

VIDEO - ACCADDE OGGI - MILITO METTE LA SECONDA PIETRA DEL TRIPLETE A SIENA: E' SCUDETTO (2010)


Altre notizie