SEZIONI NOTIZIE

Aic, il vicepresidente Calcagno: "Taglio stipendi? Dai club una provocazione"

di Mattia Zangari
Fonte: ANSA
Vedi letture
foto ANSA
foto ANSA

(ANSA) - ROMA, 07 APR - "Una provocazione" così il vicepresidente dell'Aic (associazione calciatori) l'avvocato Umberto Calcagno definisce la decisione dei club di Serie A di tagliare del 33% gli stipendi dei calciatori, nel caso in cui non si dovesse tornare a giocare per questa stagione. Dopo le dure parole di ieri del numero uno dell'Aic Damiano Tommasi sull'iniziativa dei club, oggi Calcagno torna sul tema dei tagli allo stipendio e sottolinea, al sito Calciomercato.it, che "l'assemblea di Lega non ha alcun potere giuridico sulle contrattazioni, che sono già in atto tra i club e i singoli calciatori. L'intento è quello di mettere in cattiva luce i calciatori, ma gli unici a fare una brutta figura in questa situazione sono proprio i presidenti. La provocazione, ripeto, di voler decurtare il 30% circa dagli stipendi -afferma Calcagno- mira palesemente a scaricare solo sui calciatori gli eventuali danni del sistema, in attesa di capire se si potrà tornare a giocare oppure no. L'unica parte che ha valore giuridico della nota dei club è l'ultima, quella in cui si dice che le società dovranno negoziare le modifiche contrattuali con i singoli giocatori. Mi pare che si chieda solo a quest'ultimi di fare la loro parte, quella degli altri mi sfugge". Intanto, sono in corso le singole contrattazioni con i club: "Spero -dice Calcagno- che si continui a dialogare, come già stava avvenendo squadra per squadra. È chiaro che, se l'atteggiamento di qualche presidente dovesse essere irrispettoso verso i propri giocatori, non è da escludere che si possa arrivare a contenziosi sul dovuto o sul non dovuto. C'è anche la prospettiva, per qualche giocatore, di mettere in mora la società e svincolarsi. In questo momento - conclude Calcagno - deve esserci la collaborazione da parte di tutti per arrivare ad una giusta soluzione". (ANSA).

Altre notizie
Venerdì 29 maggio 2020
08:00 News Cavani-Inter, Miccoli dice sì: "Lo vedo adatto agli schemi di Conte" 07:30 Ex nerazzurri Miangue, futuro in Eredivisie? Contatti con il VVV Venlo per l'ex Inter 06:30 News D'Aversa: "Fondamentale ripartire in sicurezza, con nuovi positivi sarà impossibile concludere il campionato" 05:30 News Sibilia: "Ripresa della Serie A sbocco positivo. Ora dobbiamo fare le riforme" 04:30 News Marcolin: "Mertens all'Inter sarebbe stato uno dei tanti. Cavani in nerazzurro? Si può"
PUBBLICITÀ
03:30 News Watford, Deeney: "Auguravano il virus a mio figlio. Ora torno in campo" 02:30 News Francia, il Tolosa ricorre al Consiglio di Stato dopo la retrocessione in Ligue 2 01:30 News Newcastle, l'acquisto da parte di un consorzio arabo frenato dalla "pirateria tv" 00:38 News L'Equipe - Inter, prime manovre per Lacazette. Ma il francese non è convinto 00:23 Focus TyC Sports - San Lorenzo, tanti club in fila per Adolfo Gaich: l'Inter si iscrive alla corsa 00:16 Rassegna Prima MD - Lautaro, l'Inter insiste con i 111 milioni ma il Barça ha l'ok del crack 00:05 Rassegna Prima Sport - Lautaro, l'Inter non si arrende: o clausola o niente 00:02 Rassegna Prima TS - Serie A: era ora! Lautaro-Barça, ultimatum Inter 00:00 Editoriale Perché non provarci?
Giovedì 28 maggio 2020
23:56 News Aic, Calcagno: "Orari? Non possiamo utilizzare lo slot del pomeriggio" 23:43 News Nicchi: "Ripartenza incoraggiante, speriamo di proseguire su questa strada" 23:29 L'avversario Qui Napoli - Lavoro di scarico a gruppi per gli uomini di Gattuso 23:14 Focus Berti: "Barella il mio erede, dominerà per 10 anni. Fossi stato un tecnico, avrei voluto Cavani" 23:00 News Ripartenza Serie A, Tommasi: "Restano delle criticità e speriamo di risolverle" 22:45 In Primo Piano Mintzlaff, Ceo Lipsia: "Werner non sarà meno caro. Non vendiamo nessuno a cifre sotto il loro valore"