SEZIONI NOTIZIE

Mihajlovic: "Il Fenomeno il più forte di tutti. Adriano, Figo, Veron tra i più forti con cui ho giocato"

di Redazione FcInterNews.it
Fonte: viaemilianews.com
Vedi letture
Foto

Sinisa Mihajlovic intervenuto in videoconferenza per la webinar del Bologna si è raccontato in una lunga intervista durante la quale ha ripercorso la sua carriera da giocatore e da allenatore, toccando alcuni ricordi che lo legano al mondo nerazzurro. 

Qual è stato l'allenatore con cui è cresciuto di più?
"Sono stati tutti importanti per la mia crescita, poi ovviamente alcuni mi stavano più simpatici di altri, come Boskov o Mancini".

Quali difficoltà ha riscontrato nei primi anni da allenatore?
"All'inizio essere stato un calciatore ad alti livelli può aiutarti, puoi comprendere meglio come si sente un calciatore. Ma calciatore e allenatore sono due ruoli completamente diversi: all'inizio vivevo le partite come fossi in campo. Quando facevo il secondo di Mancini guardavo sempre la palla, lui guardava altre zone di campo, pensava ad esempio alle marcature preventive. Poi piano piano ti abitui e inizi a percepire le differenze".

E il suo miglior momento da calciatore?
"Ho vinto sedici trofei, ho sempre giocato ad alti livelli. Non c'è un momento migliore, mi sono sempre divertito. Quei vent'anni di calcio sono stati i più belli della mia vita. Viene da dire che i migliori sono quando hai vinto, ma anche quando non vinci è bello, perché fai ciò che ami".

Il giocatore più forte con cui ha giocato?
"Ti posso dire il più forte contro il quale ho giocato: Ronaldo il Fenomeno, il più forte di tutti. Tra quelli con cui ho giocato ti faccio alcuni nomi: Savicevic, Prosinecki, Mancini, Gullit, Veron, Nesta, Aldair, Adriano, Figo, Nedved, posso andare avanti fino a domani. Ce ne sono tantissimi".

Altre notizie
Martedì 07 luglio 2020
13:45 News Griezmann vs Setien, Futre: "Dopo Barça-Atletico poteva venire fuori uno scandalo" 13:30 News "Sei scarso": due giornate a Soriano per l'insulto a Pairetto. Ma il Bologna fa ricorso 13:16 News Colton: "Inter esperienza unica grazie a un reality show. Eto'o mi distrusse" 13:02 News Dal Feyenoord alla Lazio: la truffa nel trasferimento di De Vrij. Arrestati i due hacker 12:48 News M. Serena: "Conte e Lippi molto carismatici, ma non è facile se l'ambiente non ti accetta"
PUBBLICITÀ
12:34 News A Chivasso la vittoria nella prima Inter Club Italian eCup 12:20 News Konami annuncia: fine del contratto, Pes perde la licenza dell'Inter 12:06 L'avversario Qui Verona - Juric perde Borini. Badu e Amrabat restano in dubbio 11:52 Focus L'Equipe - Inter, contatti con Lacazette. Ma Juventus e Atletico Madrid sono davanti 11:38 Focus Sportitalia - Candreva, bussa l'Atalanta: piace a Gasperini e Sartori. Ma il rinnovo con l'Inter è vicino 11:24 News Le10Sport - Osimhen vicinissimo al Napoli, ma l'Inter prova a inserirsi in extremis 11:10 In Primo Piano Bartomeu: "Lautaro? La clausola scade oggi, ma al mercato penseremo a fine stagione. Neymar improbabile" 10:56 Rassegna CdS - Roma, Baldini ripensa a Spalletti. Due i nodi da sciogliere 10:42 Rassegna Sassuolo, Carnevali: "Se ci chiedono i giocatori è motivo d'orgoglio. Locatelli? Qualcuno si è fatto avanti" 10:28 Rassegna Casarin: "Un rigore ogni due partite, numeri impressionanti. Le italiane nelle coppe troveranno arbitri con idee diverse" 10:14 Rassegna TS - Kumbulla-Lazio, svolta sulle contropartite: l'affare si farà 10:00 Rassegna TS - Lautaro, la strategia non cambia: se vuole il Barça deve uscire allo scoperto 09:48 Rassegna TS - Conte, la statistica sui cambi post-lockdown: le riserve degli avversari in campo per tre ore in più 09:36 Rassegna TS - Il rinnovamento parte dal centrocampo: tre addii e due richieste di Conte. Poi un esterno e una nuova punta 09:24 Rassegna CdS - Stagione contraddittoria: i motivi della sfuriata di Conte. Ora si capirà chi è da Inter