Seconde squadre, Gravina: "Apriremo un tavolo con i club più importanti di A"

di Mattia Zangari
Vedi letture
Foto

"A oggi, l’unica realtà presente è la Juventus, che ha fatto un salto nel buio all’ultimo istante e ora bisogna che altre la seguano in un complesso di maggiore chiarezza". A dirlo è Gabriele Gravina, presidente della Figc, oggi ospite d'onore al convegno sulle seconde squadre tenutosi all'Allianz Stadium di Torino. "È evidente - ha proseguito - che ci sono una serie di carenze che la Federazione e la Lega Pro devono sistemare per dare progettualità al tutto. Il limite d'età è stato determinato come perfezionamento all'interno di un campionato come Lega Pro molto più formativo di quello Primavera, ma chiaro che sul limite d'età serve una riflessione congiunta con l’apertura di un tavolo dove verranno convocati quei soggetti che in passato hanno dimostrato un interesse: mi riferisco a società importanti come Roma, Fiorentina, Udinese, Atalanta, Milan, Inter. Bisognerà capire anche quali possono essere le esigenze di questi club perché il progetto non può essere un danno nella formazione". 

VIDEO - TRAMONTANA NE HA PER TUTTI: NON SI SALVA NESSUNO


Altre notizie