SEZIONI NOTIZIE

Capello: "In Italia ormai si scimmiotta il Barça di Guardiola. Lautaro? Ora se ne sono accorti tutti"

di Alessandro Cavasinni
Fonte: Gazzetta.it
Vedi letture
Foto

Ospite alla quarta edizione del Bilbao International Football Summit, Fabio Capello non si è sottratto alle domande dei cronisti. "Io oggi in Italia sto conducendo una battaglia. C’è la tendenza a giocare come Guardiola, ma chi lo fa non si rende contro che sta copiando lo stile che Guardiola usava 10 anni fa. E che nel frattempo Guardiola è cambiato e le sue squadre hanno cambiato modo di giocare: il City è verticale e cerca sempre di entrare nell’area rivale. Io in Italia lotto contro questa corrente di pensiero ma non mi capiscono. Vabbé, non importa, non fa niente", riporta la Gazzetta dello Sport.

"L’attuale gioco del Barcellona non mi piace, quello di prima sì - aggiunge Capello -. E comunque l’importante è leggere la partita: nella famosa semifinale tra Barça e Inter con Guardiola e Mourinho a un certo punto Pep mandò Piqué a fare il centravanti: segnarono un gol, gliene annullarono un altro per fuorigioco e ebbero un’altra occasione. L’allenatore bravo è quello che interviene e cambia la partita".

Poi su Lautaro Martinez. "Mi piace molto. Lotta, corre, è bravo di testa e, soprattutto, ha una velocità d’esecuzione impressionante - spiega l'ex c.t. inglese -. Si, mi ricorda Luis Suarez, corre come lui, ha qualità simili. Mi ricordo che fino a qualche mese fa tanti miei colleghi habladores criticavano Lautaro, dicevano che sbagliava tutto, che non convertiva le occasioni che gli capitavano. Io la vedevo diversamente: pensavo che era molto bravo perché era sempre al posto giusto al momento giusto, le occasioni si possono sbagliare ma non capitano a uno per casualità. Ora sono in tanti a pensare che Lautaro sia un ottimo giocatore, io me ne ero accorto prima".

Altre notizie
Martedì 7 Aprile 2020
19:10 News Nicchi: "Ripresa d'estate, a noi va benissimo. Senza Var? Non me ne frega niente" 18:56 News Repubblica - Ripartenza, due ipotesi estreme al vaglio: calendario solare e maxi-ritiro a Roma 18:42 News Covid-19, cala la curva epidemica: +2,3%. Sono 1.555 i nuovi guariti. Il bollettino della Protezione Civile 18:28 Copertina Covid-19, novità per i contratti e le sessioni di calciomercato: le linee guida tracciate dalla Fifa 18:14 Focus Covid-19, la Uefa studia le modifiche del FFP: "Proposta nelle prossime settimane"
PUBBLICITÀ
18:00 News Perinetti: "Chiesa-Inter, Conte potrebbe passare al 3-4-3. SMS, Lotito proverà a tenerlo" 17:46 In Primo Piano Lautaro, Inter pronta a ogni scenario: Marotta studia le prossime mosse e attende quelle del Barcellona 17:31 News Liga, accordo tra Rfef e Assocalciatori: in campo ogni 72 ore 17:17 News Sassuolo, Carnevali: "Giusto terminare il campionato, ma senza andare oltre luglio" 17:03 La Meglio Gioventù La Giovane Italia – Gaetano Oristanio, l’apprendista campione abbonato allo Scudetto 16:49 News Zambrotta e i terzini: "Prima difensivi, ma Dani Alves, Maicon e altri erano più attaccanti che difensori" 16:35 News Domenghini: "Dall'Inter al Cagliari, mi sembrava declassante. Contestai il presidente" 16:21 Focus From UK - Sanchez, Inter opzione preferita. Ma la permanenza è poco probabile 16:07 News Frosinone, Stirpe tuona: "Vie legali se la Serie B termina qui e il Frosinone non viene promosso in A" 15:53 News J. Valdes: "Conte ambizioso, diceva che il suo obiettivo era vincere la CL. Vidal si adatterebbe all'Inter" 15:38 Focus Antognoni: "Castrovilli il miglior talento italiano con altri due, ce lo teniamo stretto" 15:23 News Taglio stipendi calciatori, la nota dell'Aiac: "Dichiarazione della Lega estemporanea" 15:09 News Zenga: "Messi e CR7 nello stesso campionato? Sarebbe una bella sfida" 14:54 In Primo Piano Fiorentina, Commisso: "Chiesa-Inter? Non lo so neanche io. Sono convinto che i migliori resteranno con noi" 14:40 News Messi all'Inter, parlano 4 ex nerazzurri: "Non è un sogno impossibile"